24 aprile 2017

Hitchhiker: la cover dell'album inedito di Neil Young del 1976

Gary Burden, lo storico art-director di Neil Young, ha pubblicato qualche giorno fa sul suo sito l'artwork di un album inedito di Young del 1976 chiamato Hitchhiker. Non ci sono ancora dettagli sulla ragione per cui sia apparsa questa copertina, se non che Burden l'ha anche messa in lista nelle produzioni del 2017, suggerendo forse una prossima pubblicazione di questo inedito. [Aggiornamento: purtroppo dal sito di Burden sono stati rimossi questi contenuti.]
Potete ammirare la bella copertina qui sotto. Ecco come Young descrive la nascita di questo album nella sua recente seconda autobiografia, Special Deluxe.
"Durante la notte insieme a David [Briggs, produttore] registrai nove canzoni acustiche, da solo, completando un nastro intitolato Hitchhiker. Era completo nel suo insieme, sebbene io fossi piuttosto impassibile e questo si avverte nelle esecuzioni. Dean Stockwell, un amico e un grande attore con cui più avanti lavorai in Human Highway, era con noi quella notte, seduto nella stanza con me mentre suonavo tutte le canzoni in fila, fermandomi soltanto per uno spinello, una birra o una coca cola. Briggs era in sala controllo, mixando dal vivo sulla sua console preferita."
Un album di certo intimo, come la stessa title-track suggerisce (incisa in versione molto diversa per Le Noise nel 2010), figlio di un momento di fenomenale creatività per il canadese. Ci auguriamo di poterlo tenere tra le mani molto presto, come uscita a sé o come parte del più ampio box set Archives Vol.2 (che dovrebbe contenere altri album inediti del periodo).


Nessun commento:

Posta un commento